Valeriana rossa: contro lo stress e l’ansia la pianta spontanea amica del sonno

Sedativa, tranquillante utile in caso di ansia e insonnia tutte le proprietà e gli usi in Erboristeria del Centranthus ruber (L.) DC.

di Francesco Marino

Centranthus ruber (L.) DC. è una pianta a portamento cespuglioso appartenente alla famiglia delle Valerianaceae.

Dall’altezza compresa tra i 30 e 70 cm, la pianta si presenta con fusto duro, portanti foglie lisce, dalla base arrotondate che si presentano nella parte superiore del fusto sessili dal colore verde azzurrognolo.
Da Aprile ad Agosto raccolti in densi corimbi si presentano i fiori dal colore rosa carico.

La droga della specie officinale è rappresentata dalla radice.

Specie è presente nelle regioni del mediterraneo. Il suo habitat è rappresentato da rupi, terreni rocciosi, vecchi muri e bordi strada dai 0 ai 1300mt

Utilizzata nella medicina popolare come succedaneo della Valeriana officinalis L. per l’attività sedativa e ipnotica.

Etimologia

Centranthus: dal greco kéntron = sperone e anthos = fiore in riferimento alla corolla speronata;
ruber: da rosso, in riferimento al colore dei suoi fiori;

Proprietà

Centranthus ruber (L.) DC. presenta proprietà sedative, ansiolitiche e tranquillanti.

L’azione terapeutica degli estratti di Valeriana rossa è rappresentata dall’efficacia dei principi attivi presenti nel profilo metabolico quali: iridoidi, in particolar modo valtrato ed isovaltrato, conosciuti con il nome di valepotriati.

Formulazioni Erboristiche

I principali preparati erboristici derivati dalla specie Centranthus ruber (L.) DC. sono

  • Tintura madre (macerato idroalcolico delle radici fresche);

Valeriana rossa tra storia e curiosità

La specie risulta più tollerata della Valeriana comune

I giovani germogli e le foglie tenere vengono consumate in insalata

La pianta era considerata dai poteri magici, dai popoli antichi

Un tempo la specie era utilizzata per imbalsamare

E’ specie ferrofita (diffusa nelle stazioni ferroviarie)

Il basionimo della specie è Valeriana rubra L.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Entra subito nella community di benessererboristico.it!
Riceverai:
• "Sentieri di Benessere": tra temi, voci e righe di benessere, lo spazio di incontro e confronto in collaborazione ad una fitta rete di professionisti, dedicato alle tematiche, agli aspetti e alle caratteristiche che si muovono dietro il benessere.
• I nuovi articoli del mio blog, direttamente nella tua casella email.
• Le date dei nuovi Corsi di Formazione.
• Anteprime e Novità per il tuo benessere naturale.

Bibliografia

Giuliano Salvaj, 22 nov 2007, in avanti – “Centranthus ruber (L.) DC. {ID 1980} – Valeriana rossa”. In Acta Plantarum, Forum. Disponibile on line (19/10/2022): https://www.floraitaliae.actaplantarum.org/viewtopic.php?f=95&t=2624

Vitali, Giovanna; Ventrone, Antonio (2002). In vitro shoot regeneration of <i>Centranthus ruber</i> DC from hairy roots induced by <i>Agrobacterium rhizogenes,</i> and determination of valepotriate content. Plant Biosystems – An International Journal Dealing with all Aspects of Plant Biology, 136(1), 109–114. doi:10.1080/11263500212331358571 

Doyle, Andrea M.; Reilly, Joe; Murphy, Niamh; Kavanagh, Pierce V.; O’Brien, John E.; Walsh, Martin S.; Walsh, John J. (2004). Nature’s Sedative: Isolation and Structural Elucidation of Valtrate from Centranthus ruber. Journal of Chemical Education, 81(10), 1486–. doi:10.1021/ed081p1486 

Chami, Mélissa Clément; Bouju, Elodie; Lequemener, Céline; de Vaumas, René; Hadji-Minaglou, Francis; Fernandez, Xavier; Michel, Thomas (2018). Purification of two valepotriates from Centranthus ruber by centrifugal partition chromatography: from analytical to preparative scale. Journal of Chromatography A, (), S0021967318313165–. doi:10.1016/j.chroma.2018.10.044 

Cornara, Laura; La Rocca, Arianna; Terrizzano, Luca; Dente, Fulvio; Mariotti, Mauro Giorgio (2014). Ethnobotanical and phytomedical knowledge in the North-Western Ligurian Alps. Journal of Ethnopharmacology, 155(1), 463–484. doi:10.1016/j.jep.2014.05.046 

I contenuti in questo articolo sono presentati a solo scopo informativo, non sostituiscono il rapporto diretto tra medico e paziente e in nessun caso possono costituire la diagnosi o la prescrizione di un trattamento. Prima di assumere un integratore alimentare o un farmaco consultare sempre un medico o uno specialista.

Potrebbero interessarti anche:

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies. Consulta la Cookie Policy Completa.
AccettaRifiutaPersonalizza
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy