Partenio: evocazione del canto antico emblema dell’immortalità, scongiuro contro i mal di testa

Antiemicranica, antispasmodica e antinfiamamtoria. Tutte le proprietà e gli usi del Tanacetum parthenium preventivo dell’emicrania e cefalea, cura dei dolori mestruali.

di Francesco Marino

Tanacetum parthenium (L.)Sch. Bip.è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Asteraceae.

Dal caratteristico odore di piretro la pianta si presenta con fusti eretti, più o meno ramificati, glabri che si protraggono in alto per un altezza compresa tra i 30÷80 cm. Le foglie bipennatosette munite di picciolo sono disposte in modo alterno. Da  Aprile a Settembre si presentano i capolini dal colore bianco, riuniti in gruppi a formate dei corimbi.

La droga della specie officinale è costituita dalle parti aeree della pianta
Specie presente allo stato spontaneo in Europa e Asia, il suo habitat è rappresentato da muri, ruderi e terreni fertili da 0÷1500 mt.

Dalle proprietà già note in epoca classica, la narrazione riporta l’uso di questa pianta per curare le ferite di un operaio, poi morto, cadendo dalle impalcature del Partenone.  Negli antichi greci la pianta era utilizzata per curare la febbre, asma, problemi ginecologici, respingere gli insetti e curarne i morsi e le punture. Nel XVIII secolo la pianta era conosciuta come “aspirina medievale”.

Etimologia

Tanacetum: dal greco ἀθανασία athanasía immortalità in riferimento alla lunga cita di questi fiori

parthenium: gentivo plurale latinizzato dal greco παρθένος parthénos vergine: per il bianco virginale delle ligule, e per l’utilizzo della pianta nel trattamento di problemi mestruali

Proprietà

Le molecole bioattive presenti nelle parti aeree di Tanacetum parthenium (L.)Sch. Bip. costituiscono il profilo metabolico della specie caratterizzato dalla presenza di composti appartenenti alla classe dei flavonoidi (lueolina, epigenina, quercetina), lattoni sequiterpenici (partenolide, santamarina), sequiterpeni e monoterpeni (canfora, borneolo, pinene) e altri composti come fenoli (acido cloregenico, acido cicorico), piretrina e tannini.

Antispasmodica, antipiretica, analgesica e antinfiammatoria l’attività biologica degli estratti del Tanacetum parthenium (L.)Sch. Bip. sono utili nella prevenzione di cefalee.
L’estratto delle parti aeree della specie
è utile nel trattamento dei dolori mestruali.

Tanacetum parthenium (L.)Sch. Bip. foglie

Formulazioni Erboristiche

I principali preparati erboristici derivati dalla specie Tanacetum parthenium (L.)Sch. Bip. sono:

  • Decotto: (si utilizza il taglio tisana delle parti aeree);
  • Tintura madre (macerato idroalcolico delle parti aeree);
  • Compresse (formulazioni erboristiche da estratto secco delle parti aeree fiorite);

Partenio tra storia e curiosità

Un tempo, nel periodo del corteggiamento alle ragazze, i giovani portavano in tasca un fiore da qui la denominazione “bottone dello scapolo”.

La pianta è conosciuta anche con i seguenti sinonimi: Chrysanthemum parthenium (L.) Bernh., Leucanthemum parthenium (L.) Gren. & Godr., Pyrethrum parthenium (L.) Sm.

Condividi sui social

Iscriviti alla Newsletter

Entra subito nella community di benessererboristico.it e ricevi:
• "Sentieri di Benessere": tra temi, voci e righe di benessere, lo spazio di incontro e confronto in collaborazione ad una fitta rete di professionisti, dedicato alle tematiche, agli aspetti e alle caratteristiche che si muovono dietro il benessere.
• I nuovi articoli del mio blog, direttamente nella tua casella email.
• Le date dei nuovi Corsi di Formazione.
• Anteprime e Novità per il tuo benessere naturale.

Bibliografia

Dharmalingam Subhal et all 2017, Evaluation of acute toxicity of the methanolic extract of Tanacetum parthenium L. in albino wistar rats, Journal of Scientific and Innovative Research 2017; 6(3): 113-115.

E. Ernst et all 2007, The efficacy and safety of feverfew (Tanacetum parthenium L.): an update of a systematic review, Public Health Nutrition , Volume 3 , Supplement 4a , December 2000 , pp. 509 – 514, DOI: https://doi.org/10.1017/S1368980000000598

Messina Antonino 2007 – “Tanacetum parthenium (L.) Sch. Bip. {ID 7624} – Erba amara vera”. In Acta Plantarum, Forum. Disponibile on line (08/02/2021 ): https://www.floraitaliae.actaplantarum.org/viewtopic.php?f=95&t=10367

Pourianezhad F. et all 2016, Review on feverfew, a valuable medicinal plant, J HerbMed Pharmacol. 2016; 5(2): 45-49.

Rateb M. E. M. et all 2007, Phytochemical and biological investigation of Tanacetum parthenium (L.) cultivated in Egypt, Journal of Medicinal Plants Research Vol. 1 (1) pp. 018-026, August 2007 Available online http://www.academicjournals.org/jmpr ©2007 Academic Journals

Tatiana Shioji Tiuman et all 2004, Antileishmanial Activity of Parthenolide, a Sesquiterpene Lactone Isolated from Tanacetum parthenium, Antimicrobial Agents and Chemotherapy Dec 2004, 49 (1) 176-182; DOI: 10.1128/AAC.49.11.176-182.2005.

I contenuti in questo articolo sono presentati a solo scopo informativo, non sostituiscono il rapporto diretto tra medico e paziente e in nessun caso possono costituire la diagnosi o la prescrizione di un trattamento. Prima di assumere un integratore alimentare o un farmaco consultare sempre un medico o uno specialista. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito all’uso che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate nell’articolo stesso.

Potrebbero interessarti anche: